Cina: la rivalutazione dello yuan non sarà oggetto di discussione del G20

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In vista della partecipazione del Presidente cinese Hu Jintao al G20 di Toronto, i solerti funzionari di Pechino mettono le mani avanti, annunciando che la questione legata alla rivalutazione dello yuan non farà parte dell’agenda dei lavori. Zhang Tao, il direttore del Dipartimento affari internazionali della Banca centrale ha tenuto a precisare che “la Cina sta monitorando la situazione economica del Paese e l’andamento più in generale dell’economia globale e prenderà da sola le decisioni che la riguardano, inclusa la riforma del meccanismo di cambio”.

A rincarare la dose ci ha pensato il vice Ministro degli Esteri, Cui Tiankai, che ha dichiarato che lo “yuan è la moneta cinese e non un argomento di discussione per la comunità internazionale”. La risposta cinese arriva dopo che da più parti (persino dagli altri membri dei Bric) erano arrivate pressioni per la rivalutazione della moneta del Celeste Impero.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…