Cina: Morgan Stanley abbassa stime su Pil e inflazione per il 2013 e 2014

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 13/06/2013 - 10:18
La Cina finisce nel mirino di Morgan Stanley. Gli specialisti della banca americana hanno dato una sforbiciata alle previsioni di crescita del Paese asiatico, con un Prodotto interno lordo per il 2013 e 2014 atteso al 7,6%. Le precedenti stime erano pari all'8,2% e 7,9% rispettivamente per l'anno in corso e il successivo. L'economia cinese arriva da una crescita del 9,3% nel 2011 e del 7,8% del 2012. I nostri economisti citano una crescita più lenta nel periodo febbraio maggio, con le politiche del nuovo governo che appaiono meno orientate alla crescita. Sono state riviste verso il basso anche le prospettive sull'inflazione annuale prevista al 2,6% per il 2013 e al 2% per l'anno successivo (le passate stime erano al 3,5% quest'anno e 3,3% nel 2014).
COMMENTA LA NOTIZIA