1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Cina: Goldman Sachs taglia le stime di crescita 2012

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Oggi Goldman Sachs ha ridotto le stime sulla crescita globale 2011-12 che dal +3,9% e +4,2% indicato in precedenza ora è pronosticata al +3,8% ed al +3,5%. Il rallentamento globale non colpirà solo le economie mature, in Europa Goldman si aspetta una lieve recessione in Germania e Francia ed una flessione più profonda per i Paesi periferici, ma anche le c.d. economie emergenti come la Cina.
Secondo la banca d’affari il Pil cinese nel 2012 salirà dell’8,6%, contro il +9,2% pronosticato in precedenza a causa “del rallentamento globale e dell’indebolimento della componente investimenti”. GS stima che la dinamica inflazionistica rimarrà sostenuta anche se nei prossimi mesi il tasso di inflazione dovrebbe tornare sotto il 5%. “La capacità della Cina -rileva Goldman- di fronteggiare il rallentamento economico con nuovi stimoli oggi è inferiore rispetto al 2008 a causa dell’andamento dei conti pubblici”.