1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

La Cina chiuderà vecchi stabilimenti per la lavorazione di rame, alluminio, piombo e zinco

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Cina starebbe pianificando la chiusura entro la fine dell’anno di alcuni vecchi stabilimenti, per una capacità produttiva complessiva di 425 mila tonnellate di rame. Lo riporta Bloomberg citando il ministero cinese dell’industria e dell’IT. Si tratta di impianti dalla tecnologia datata e potenzialmente inquinanti. Il governo penserebbe anche alla chiusura di stabilimenti da 619 mila tonnellate di alluminio, da 661 mila tonnellate di piombo e da 338 mila tonnellate di zinco. Il governo cinese assicura comunque che la capacità produttiva nazionale non sarà danneggiata da queste chiusure.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …