Cina: azioni mai così in basso negli ultimi 12 anni

Inviato da Redazione il Ven, 30/11/2007 - 11:21
In crollo le azioni cinesi che fanno registrare un peggioramento che non si vedeva da 12 anni. Il governo, attraverso alcuni interventi, ha fatto scoppiare una bolla che nel giro di un anno ha fatto quadruplicare i prezzi. PetroChina, la maggiore società mondiale in termini di capitalizzazione ha trainato il declino odierno perdendo dal picco del 5 novembre addirittura il 34%. Lo Shangai Composite intanto ha lasciato sul terreno un corposo 2,63% a 4871,78 punti. Alcune misure governative, in particolare l'aumento del tasso di interesse, rivisto per cinque volte al rialzo nel 2007, che ha limitato l'accesso al credito, e l'incremento delle tasse sulle transazioni azionarie hanno causato una diminuzione del Composite di 19 punti percentuali dal record dello scorso ottobre. Non bisogna tuttavia dimenticare che l'indicatore mandarino, con il 132% messo a segno quest'anno, resta il migliore indice nazionale del globo. La Cina, che ha firmato un accordo sugli Stati Uniti per l'eliminazione di parte delle tasse sulle esportazioni alla fine di quest'anno, ha subito di recente la pressione dei vertici europei per un apprezzamento dello yuan. Le incertezze sulle future mosse politiche hanno fatto esplodere quella che secondo alcuni analisti, potrebbe rivelarsi una vera e propria bolla.


Alessandro Chirchiglia
COMMENTA LA NOTIZIA