La Cina apre la porta ad Ubs per l'ingresso in Beijing Securities

Inviato da Redazione il Mer, 05/04/2006 - 08:44
Ubs è in festa dal momento che è stata approvata la sua proposta di accordo da 1,7 miliardi di renminbi, corrispondenti a circa 175 milioni di euro, per entrare nel capitale della società di brokeraggio che versa in guai finanziari Beijing Securities. Si tratta della prima operazione ad alto profilo che coinvolge un gruppo straniero e che è stata autorizzata da chi di dovere in Cina nel giro di pochi mesi. Stando a indiscrezioni di stampa estera, la China Securities Regulatory Commission avrebbe dato il via libera all'acquisto da parte di Ubs del 20% di Beijing Securities. La banca svizzera sarà la prima casa d'affari estera ad entrare direttamente nel capitale di una società di brokeraggio con guai finanziari.
COMMENTA LA NOTIZIA