Cina: allo studio investimenti minerari in Corea del Nord e Mongolia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Cina, il più grande importatore di ferro, vorrebbe investire in tempi rapidi in Corea del Nord e Mongolia, per tagliare i costi di fornitura e soddisfare la domanda interna dei produttori di materie prime locali. Lo riporta Jiao Yushu della China Metallurgical Mining Enterprise Association. Il Paese sta cercando di ridurre la sua dipendenza da Vale, Rio Tinto e Bhp Billiton, che controllano i tre quarti dei rifornimenti minerali via mare.