1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Chrysler, l’opzione private equity passa in pole position

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul destino della Chrysler, divisione statunitense della DaimlerChrysler, incombe sempre più prepotentemente l’ombra del private equity . L’ipotesi dell’ingresso di uno o più fondi di private equity nel capitale della società si fa infatti sempre più largo mentre è sempre maggiore il numero delle case automobilistiche che si tira fuori dalla corsa per Chrysler, ultimi in ordine di tempo i francesi di Peugeot Citroen. L’unico vero interesse è quello di General Motors, come confermato ieri dal suo presidente Dieter Zetsche al salone dell’auto di Ginevra. Gm vorrebbe intavolare una collaborazione con Chrysler per la realizzazione di alcuni prodotti, tra cui le auto sportive. Tra i fondi interessati ci sarebbero Blackstone e Cerberus Capital Management. Ipotesi private avallata anche dall’a.d. di Fiat, Sergio Marchionne: “E’ un peccato che i tedeschi non siano riusciti a risolvere il problema americano. Probabilmente una delle soluzioni è quella del private equity per rimetterla su”. Alla domanda su una eventuale collaborazione con Chrysler, Marchionne non si è voluto sbilanciare: “Parliamo con tutti”.