1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Chiusura sui massimi di giornata a Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Wall Street chiude la seduta con il segno più, ai massimi di seduta, nonostante alcune indicazioni deludenti arrivate dalle trimestrali. La risalita degli indici è attribuibile alle indiscrezioni secondo cui la Fed per favorire la quantità di credito erogato potrebbe sospendere il pagamento degli interessi sulle riserve. Il Dow ha chiuso in rialzo dello 0,74% a 10.229,96 punti, +1,14% dello S&P a 1.083,48 e +1,1% del Nasdaq a 2.222,49. Dopo la delusione per i ricavi di IBM (-2,5%) e Texas Instruments (-3,05%), oggi è stato il grande giorno dei numeri di Goldman Sachs (+2,22%), che nel secondo trimestre ha registrato un crollo degli utili a 613 milioni di dollari (0,78 centesimi per azione) contro gli 1,32 miliardi attesi dal mercato (1,99 dollari) ed i 3,44 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno. Restando nel comparto finanziario, segno meno (-0,22%), nonostante il balzo dei profitti, per Bank of NY Mellon (a 658 mln di dollari, dai 176 mln di un anno fa). Decisamente sopra le attese anche i numeri di Whirlpool (ed anche in questo caso segno meno, -2,91%), +4,32% di PepsiCo, nonostante il -3% messo a segno dai profitti, e +13,64% per Harley-Davidson che ha archiviato il secondo trimestre con un utile netto a 71,16 mln, dai 19,75 precedenti. Tra le altre storie del giorno, Dell (-0,6%) ha acquisito la società specializzate in tecnologie per l’ottimizzazione della memoria Ocarina Networks. Tornando al comparto finanziario, nonostante Citigroup abbia abbassato il target a 22 dollari dai precedenti 26 dollari (“buy”), il titolo Bank of America si è portato a casa l’1,18%. Misti infine gli aggiornamenti dal fronte macro, con i permessi edilizi saliti a giugno del 2,1% a 586 mila unità ed i nuovi cantieri edilizi a giugno in flessione del 5%.