Chiusura rossa per Piazza Affari. Intesa SanPaolo ai minimi di seduta, male Fiat -2

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 15/06/2011 - 17:48
Rosso anche per la Galassia Agnelli: Il titolo Fiat ha perso l'1,71% a 7,20 euro, nonostante le ultime notizie riguardo l'Ipo di Crysler. L'amministratore delegato della società, Sergio Marchionne, ieri ha lasciato intendere la propria preferenza per un collocamento iniziale in Borsa, anche in ragione dei rischi della via considerata alternativa: un possibile downgrade da parte delle agenzie di rating nell'eventualità che il Lingotto acquisisca la quota detenuta in Crysler da Veba (fondo che fa capo ai sindacati della United Auto Workers). Marchionne ha comunque escluso che l'Ipoe possa avvenire già quest'anno. In negativo anche Exor (-2,31% a 22 euro) e Fiat Industrial (-2,11 % a 8,81 euro).
Dopo l'avvio tonico di questa mattina, anche Enel Green Power ha chiuso la seduta in ribasso (-0,97% a 1,935 euro), nonostante le dichiarazioni del ministro dello sviluppo Paolo Romani. A seguito dell'esito del referendum, Romani ha annunciato una conferenza nazionale per stabilire il nuovo piano energetico dell'Italia entro la fine dell'anno.
Male anche A2a (-1,68% a 1,17euro), sebbene sia di stamane la notizia che la società di servizi, attraverso la controllata Ecodeco, si è aggiudicata una commessa da 26 milioni per la realizzazione di un impianto di trattamento rifiuti e la raccolta differenziata in Inghilterra. Questo avrà una capacità di 250 mila tonnellate annue, con inizio delle attività previsto dal 2015, con una concessione della durata di 25 anni. "L'impatto sui numeri di A2a è sicuramente limitato - sostiene Intermonte nella nota odierna, mantenendo la raccomandazione neutral e target price a 1,10 euro - ma valutiamo positivamente l'ingresso della utility in un mercato estero come quello inglese, che riconosce le capacità maturate dal gruppo nella gestione dei rifiuti e della raccolta differenziata".
COMMENTA LA NOTIZIA