1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Chiusura positiva a Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante le indicazioni negative arrivate dal mercato del lavoro gli indici statunitensi sono riusciti a chiudere l’ultima seduta dell’ottava, e la terza consecutiva, con il segno più. A novembre le buste paga sono cresciute di 39 mila unità, contro le 150 mila del consenso, mentre il tasso di disoccupazione è salito di 20 pb al 9,8%. Sempre dal fronte macro, meglio delle attese i dati su ordini di fabbrica di ottobre, -0,9% m/m, e Ism servizi di novembre, salito a 55 punti. Il Dow ha terminato in rialzo dello 0,17% a 11.382,09 punti, +0,26% dello S&P che si è portato a 1.224,71 e +0,47% del Nasdaq a 2.5911,46. Dal fronte societario M&A sempre protagonista. +4,66% per Walter Energy, che ha comprato la canadese Western Coal per 3,2 miliardi di dollari mentre segno meno per Amazon.com (-0,48%), che ha annunciato l’acquisizione di LivingSocial per 175 milioni di dollari. Profondo rosso per Big Lots (-5,11%), che nell’annunciare utili in calo del 42% nel terzo trimestre fiscale ha ridotto a 2,75-2,81 dollari la stima di eps per l’intero esercizio fiscale. Dal fronte giudizi, Fbr ha portato la valutazione sulla National Semiconductor (+4,68%) ad “outperform”. Il titolo ha capitalizzato anche le indicazioni arrivate dalla Semiconductor Industry Association, che ha annunciato che ad ottobre il mercato dei semiconduttori ha registrato vendite in crescita del 19,8% annuo.