Chiusura positiva per Piazza Affari e le borse europee

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 12/12/2012 - 08:54
Rimbalzo per la Borsa di Milano all'indomani del crollo provocato dall'annuncio delle dimissione del premier, Mario Monti. A Piazza Affari il Ftse Mib ha mostrato un progresso dell'1,51% a 15.585,61 punti mentre il Ftse All Share si è attestato a 16.466,87 punti in rialzo dell'1,41%. In gran spolvero il comparto bancario. In salita del 3,31% a 0,1996 euro Mps, dell'1,76% a 0,3937 euro Popolare di Milano, dell'1,95% a 1,098 euro Banco Popolare, del 2,25% a 4,548 euro Bper, dell'1,48% a 1,234 euro Intesa Sanpaolo, dell'1,16% a 2,972 euro Ubi Banca e dell'1,28% a 4,114 Mediobanca. Bene anche Unicredit (+1,73% a 3,52 euro), nonostante Barclays abbia abbassato le stime sull'Eps del 18% nel 2013 e del 12% nel 2014. Hanno svettato Lottomatica e Autogrill con rialzi rispettivamente del 5,16% a 17,11 euro e del 4,96% a 8,14 euro. Positiva Impregilo che ha archiviato gli scambi in crescita del 2,07% a 3,348 euro. Bene anche Campari (+0,71% a 5,635 euro) e Finmeccanica (+0,95% a 4,042 euro). Mista la Galassia Agnelli: +2,75% a 3,584 euro Fiat Spa, +1,02% a 18,73 euro Exor mentre Fiat Industrial ha chiuso con un ribasso dello 0,67% a 8,125 euro. In rialzo dello 0,58% a 1,736 euro Parmalat.

Seduta in crescendo per i listini del Vecchio continente. A Londra il Ftse100 ha chiuso piatto (+0,06%) a 5.924,97 punti, +0,78% per il Dax a 7.589,75 e +0,94% per il Cac40 a 3.646,15. La performance migliore è quella dell'Ibex che, messe temporaneamente da parte le tensioni legate all'andamento dei conti pubblici, è salito dell'1,49% a 7.920,9 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA