Chiusura positiva per gli indici di Wall Street

Inviato da Marco Berton il Ven, 03/12/2010 - 07:29
Seconda seduta consecutiva di guadagni per Wall Street, che in attesa dei dati sull'andamento del mercato del lavoro si fa trascinare al rialzo dal +10,4% messo a segno dall'indice che misura l'andamento dei compromessi immobiliari, che ha neutralizzato la crescita maggiore delle attese delle nuove richieste di sussidio (436 mila unità). Dopo il Beige book, indicazioni positive sull'andamento dell'economia e dell'azionario sono arrivate rispettivamente dai presidenti delle Fed di Philadelphia e St. Louis, Charles Plosser e James Bullard, che nell'ipotizzare un deciso miglioramento delle condizioni economiche hanno preannunciato un QE2 inferiore ai 600 mld di dollari inizialmente previsti, e da Goldman Sachs, secondo cui gli indici nel 2011 metteranno a segno una crescita del 23%. Il Dow ha così chiuso in rialzo dello 0,95% a 11.362,41 punti, +1,28% dello S&P a 1.221,53 e +1,17% del Nasdaq che si porta a 2.579,35.

Giornata particolarmente ricca di notizie dal comparto societario. Dal fronte retail, Costco Wholesale (+1,02%) ha annunciato di avere chiuso novembre con vendite in salita del 9% e ricavi che hanno messo a segno un +12%. +9,2% invece per le vendite di same-store di J.C. Penney (+2,28%), il triplo rispetto alle attese. Numerose indicazioni anche dall'M&A. PepsiCo (-0,66%) ha annunciato che acquisirà il 66% della russa Wimm-Bill-Dann, specializzata in succhi di frutta e prodotti caseari, per un controvalore pari a 3,8 miliardi di dollari. Johnson Controls (+2,91%) ha raggiunto un accordo per acquisire la tedesca C. Rob. Hammerstein Group, e Merck (+0,46%) invece si è assicurata SmartCells, società specializzata nel trattamento del diabete, per circa 500 milioni di dollari. Per quanto riguarda i dati trimestrali, chiusura in parità per Del Monte Foods (+0,05%) che nel secondo trimestre ha messo a segno ricavi in calo del 2% ed un eps di 0,41 dollari. Nonostante abbia battuto le stime, -9,35% per Kroger, spinta al ribasso da un outlook deludente. Ritorna all'utile anche Toll Brothers (2,22%), che ha chiuso il suo quarto trimestre fiscale con utili netti pari a 50,5 milioni contro una perdita di 111,4 milioni registrata l´anno prima. Nel giorno del debutto a Wall Street il titolo Forex Capital Markets (Fxcm) grazie ad un +6,07% sale a 14,85 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA