Chiusura positiva per l'Europa, vola SocGen

Inviato da Daniela La Cava il Mar, 29/01/2008 - 17:59
Dopo una partenza in territorio positivo i listini europei hanno allungato il passo chiudendo le contrattazioni con guadagni superiori a un punto percentuale, complici le buone performance del comparto finanziario. In Francia, il Cac40 ha archiviato gli scambi in rialzo dell'1,89% a 4.941,45 punti. Semaforo verde anche per l'indice tedesco Dax, che è avanzato dell'1,08% a 6.892,96 punti. In rialzo anche il Ftse e lo Smi, che hanno messo a segno una crescita rispettivamente dell'1,64% a 5.885,2 e dell'1,59% a 7.704,39 punti.
Dalla Francia alla Germania, dalla Svizzera al Regno Unito la giornata è stata sostanzialmente attendista in tutto il Vecchio continente in vista dell'annuncio Federal Reserve, che secondo la maggior parte degli operatori dovrebbe tagliare di altri 50 punti base i tassi d'interesse a stelle e strisce. Se l'attesa cresce per conoscere le decisioni della banca centrale americana, la storia societaria che continua a tenere banco in Borsa è quella di Société Générale. Rialzo del 10,42% a 78,45 euro per il titolo della banca francese, sospinto da alcune indiscrezioni apparse quest'oggi sul Wall Street Journal. Secondo il quotidiano statunitense, l'altro maggiore istituto bancario transalpino, Bnp Paribas(+2,92%), starebbe monitorando la situazione e ci sarebbero già state discussioni internamente all'istituto circa una possibile offerta per la concorrente.
In evidenza a Francoforte Tui (+4,03%). La compagnia tedesca Lufthansa ha ufficializzato di aver avviato trattative con il gruppo turistico tedesco. I colloqui sono finalizzati a creare una nuova compagnia low cost. Segno più anche per Lagardère (+5,49%) a Parigi. Un rialzo messo a segno in scia alla promozione degli analisti di Merril Lynch, che hanno alzato a "buy" la raccomandazione sul titolo del gruppo media d'Oltralpe.
COMMENTA LA NOTIZIA