1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Chiusura positiva per la Borsa di Shanghai

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Shanghai ha chiuso le contrattazioni di oggi in territorio positivo. Lo Shanghai Composite è salito dello 0,65% a 2.875,86 punti.Gli investitori guardano con apprensione alle mosse che la Cina si appresta di compiere. Ormai è quasi dato per scontato che Pechino deciderà una nuova stretta del costo del denaro nei prossimi giorni per rimarcare l’impegno del governo a imbrigliare l’inflazione. A rilanciare la notizia è questa mattina il quotidiano China Securities Journal. Secondo quanto ricostruito dal giornale un rialzo dei tassi sarebbe la concreta traduzione di quanto annunciato da Pechino nei giorni scorsi. Tra i titoli bene i minerari grazie al buon andamento dell’oro. Zijin Mining Group, il maggior produttore d’oro del Paese, ha subito il maggior rialzo in scia al nuovo record raggiunto dalle quotazioni del metallo prezioso.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: prezzi a 1.261 dollari, focus sulle minute di domani

Sostanziale parità al Comex per il future con consegna giugno sull’oro che passa di mano a 1.261,5 dollari l’oncia (+2% nelle ultime cinque sedute). “Ancora una volta, l’oro si trova a riprendere fiato”, ha rilevato Ole Hanson, n.1 per le commodity d…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…

COMMODITY

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.