Chiusura poco mossa per gli indici di Wall Street

Inviato da Marco Berton il Ven, 04/06/2010 - 07:28
Wall Street riesce a chiudere con il segno più nonostante le indicazioni macro e le dichiarazioni del chairman Bernanke abbiano incrementato le preoccupazioni sull'andamento del mercato del lavoro. Per quanto riguarda le prime, andamenti peggiori delle attese per nuove richieste di sussidio (a 453 mila) e stima Adp (+55 mila); Bernanke invece, nel sottolineare i miglioramenti degli ultimi mesi, ha rimarcato le difficoltà di chi è senza lavoro. Indicazioni deludenti anche dall'Ism servizi, a 55,4 punti, e dagli ordini all'industria, in crescita dell'1,2%. Il Dow ha chiuso in parità (+0,06%) a 10.255,28 punti, +0,41% per lo S&P a 1.102,83 e +0,96% del Nasdaq a 2.303,03. A Wall Street retailers sotto i riflettori, con i dati relativi le vendite di Macy's (+0,4%) che a maggio hanno stupito in positivo; sotto le attese la crescita registrata da Costco Wholesale (-1,73%) e -2,1% invece per le vendite di J.C. Penney (-0,26%). Nel comparto finanziario +0,4% per AIG, dopo il fallimento della vendita degli asset asiatici, e +1,02% per Citigroup, che ha annunciato la riorganizzazione della divisione CitiFinancial. Ubs intanto ha alzato il target price su Continental (+2,26%, da 31 a 38 $) e su Ual (+2,07%, da 31 a 39 dollari).
COMMENTA LA NOTIZIA