1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Chiusura negativa a Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo una prima parte di seduta in scia del +5,7% messo a segno dal Pil del 4° trimestre (+4,5% le attese e -2,4% nell’intero 2009), Wall Street, complice il calo dei tecnologici, ha progressivamente perso terreno chiudendo la passata ottava con il segno meno. Dow Jones in rosso di mezzo punto percentuale (-0,52%) a 10.067,3 punti, sotto di 1 punto (-0,98%) invece lo S&P’s e -1,45% per il Nasdaq Composite a 2.147,4. Indicazioni positive sono arrivate nel corso della seduta anche dal Pmi, salito a 61,5 punti, e dal dato preliminare relativo la fiducia misurata dall’Università del Michigan, a 74,4. A Wall Street in controtendenza i retailers, che hanno beneficiato di alcuni giudizi positivi arrivati prima dell’apertura, con il +1,56% di Wal-Mart, promossa da Goldman Sachs (-2,98%) a “buy”, ed il +0,95% di Macy’s, che è stata aggiunta alla “top picks live list” di Citigroup (+2,47%). Dal fronte trimestrali -37% per i profitti di Chevron (-1,53%); tra i tecnologici -3,36% per Microsoft e -0,49% ad Amazon, nonostante la prima abbia registrato una crescita degli utili del 60% e la seconda oltre ad aver battuto le stime ha rivisto al rialzo la guidance sui ricavi del primo trimestre 2010. Decisamente deludenti invece, le indicazioni arrivate dai numeri SanDisk (-11,67%).