1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Chiusura negativa per gli indici di Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le prospettive sull’andamento dei conti societari preoccupano gli investitori e spingono al ribasso gli indici statunitensi, che dopo la deludente trimestrale di Alcoa (-11,06%) hanno dovuto fare i conti con i profit warning di Chevron (-0,58%) e Electronic Arts (-7,77%). Il Dow Jones in chiusura di seduta ha registrato un rosso dello 0,34% portandosi a 10.627,26 punti, -0,94% per lo S&P’s a 1.136,22 e -1,3% del Nasdaq a 2.282,31. Dal fronte macroeconomico + 9,7% a -36,4 mld per il deficit commerciale di novembre e migliore delle stime il -1% messo a segno dalle vendite al dettaglio della prima settimana di gennaio. Male i finanziari, penalizzati dalle indiscrezioni secondo cui il Presidente Obama avrebbe deciso di tassare le società del comparto per recuperare le risorse messe in campo con il Tarp. Citigroup ha così lasciato sul campo il 3,03%, Bank of America il 3,37% e AIG il 3,95%. In controtendenza American Express (+1,33%) dopo l’upgrade arrivato da Calyon Securities a “buy”. Per quanto riguarda gli altri giudizi, Goldman Sachs (-2,18%) ha portato la valutazione su Gap (-3,2%) a “sell” e Jefferies (-1,54%) ha promosso a “buy” Texas Instruments (-4,19%).

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …