1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Chiusura negativa per gli indici di Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I titoli legati alle risorse di base (-1,76%) e quelli del comparto energetico (-2,89%) spingono al ribasso i listini statunitensi. Tra gli energetici in particolare evidenza il -2,33% di Exxon ed il -3,34% di Chevron, nonostante la società californiana si sia detta ottimista sui conti del primo trimestre. Il calo delle quotazioni del greggio ha invece spinto al rialzo titoli come Delta (+4,98%), United Continental (+5,8%) e JetBlue (+0,68%). Per quanto riguarda i dati macro il disavanzo commerciale a febbraio è sceso a 45,7 mld di dollari mentre i prezzi delle importazioni a marzo hanno messo a segno un incremento del 2,7%, il maggiore degli ultimi due anni. Lo S&P ha terminato la seduta in calo dello 0,78% a 1.314,16 punti, rosso di quasi 1 punto percentuale per il Dow ed il Nasdaq (-0,95% e -0,96%) a 12.263,58 e 2.744,79. Tra gli altri temi caldi della giornata troviamo il -6,02% di Alcoa, che come di consueto ha aperto la stagione delle trimestrali. Sul titolo nel corso della seduta è arrivata la promozione di S&P’s, che ha incrementato l’outlook sul rating a “stabile”. Tra i finanziari Citigroup (+0,44%) ha annunciato la vendita di 12 milioni di azioni ordinarie Primerica (-2,37%). Vendite anche su Mastercard (-1,37%), nonostante l’approvazione di un nuovo piano di buy back da 1 miliardo di dollari.