Chiusura mista per l'Europa, bene il comparto alimentare -1

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 12/08/2010 - 18:01
La penultima seduta dell'ottava si chiude come era cominciata: ovvero all'insegna dell'incertezza. Una giornata caratterizzata da un'alta volatilità, con un unico forte scossone arrivato nel pomeriggio da Oltreoceano: le richieste di sussidi nell'ultima settimana salite a sorpresa di 2 mila unità a quota 484 mila. In chiusura i listini continentali hanno però limato le perdite: il Cac40 ha chiuso a -0,20%, mentre il listino tedesco Dax ha terminato gli scambi in calo dello 0,31%. Positiva la chiusura messa a segno dal Ftse100 che ha preso lo 0,40% e dallo Smi salito dello 0,21%. Si è messo quest'oggi in evidenza in Europa il comparto del food&beverage. In particolare la belga Anheuser-Busch InBev, che ha registrato un balzo di oltre il 5%. A sostenere il titolo del gruppo, maggiore produttore al mondo di birra, i numeri del secondo trimestre 2010, chiuso con profitti in crescita a 1,15 miliardi di dollari. Un risultato migliore delle attese del mercato ferme a 1,08 miliardi.
COMMENTA LA NOTIZIA