1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Chiusura in rosso per Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni arrivate dalle trimestrali di Bank of America e Morgan Stanley spingono al ribasso una Wall Street già di cattivo umore a causa delle misure messe in campo dall’esecutivo cinese per scongiurare lo scoppio di bolle. In chiusura, il Dow Jones è sceso a 10.603,2 punti (-1,14%), lo S&P 500 si è portato a 1.138 punti (-1,05%) ed il Nasdaq Composite ha terminato a 2.291,25 punti (-1,25%). Per quanto riguarda gli aggiornamenti macroeconomici, indicazioni deludenti dai nuovi cantieri, dai permessi di costruzione (557 e 653 mila rispettivamente) e dalle vendite al dettaglio misurate dall’indice Redbook Research (-1,3% m/m); +0,2% mensile (consenso 0,0%) per il Ppi di dicembre. Dal fronte trimestrali, nonostante conti migliori delle attese Ibm ha lasciato sul campo il 2,9% e Wells Fargo l’1,63%. Negativi i numeri annunciati da Morgan Stanley (-1,7%) e Bank of America (+1,04%). Nel comparto healthcare +1,01% per Pfizer, mentre gli altri titoli del settore hanno pagato pegno ai guadagni che hanno accompagnato la vittoria repubblicana in Massachusetts. In attesa dei conti, Google ha lasciato sul parterre l’1,23%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Petrolio: scorte scendono più del previsto, WTI stabile a 51,4$

Nella settimana al 19 maggio le scorte di petrolio statunitensi hanno segnato un calo di 4,4 milioni di barili attestandosi a 516,3 milioni. Gli analisti avevano stimato una riduzione di 2,4 milioni di barili.

Segno meno anche per gli stock di be…

COMMODITY

Petrolio stabile in attesa del meeting Opec

Stabili le quotazioni del petrolio in attesa del meeting Opec di domani. Questa mattina il prezzo del Wti (riferimento americano) mostra un leggero rialzo dello 0,25% a 51,61 dollari al barile, mentre il Brent (riferimento europeo) si mantiene sopra …

COMMODITY

Oro: prezzi a 1.261 dollari, focus sulle minute di domani

Sostanziale parità al Comex per il future con consegna giugno sull’oro che passa di mano a 1.261,5 dollari l’oncia (+2% nelle ultime cinque sedute). “Ancora una volta, l’oro si trova a riprendere fiato”, ha rilevato Ole Hanson, n.1 per le commodity d…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…