1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Chiusura in rosso per Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni arrivate dalle trimestrali di Bank of America e Morgan Stanley spingono al ribasso una Wall Street già di cattivo umore a causa delle misure messe in campo dall’esecutivo cinese per scongiurare lo scoppio di bolle. In chiusura, il Dow Jones è sceso a 10.603,2 punti (-1,14%), lo S&P 500 si è portato a 1.138 punti (-1,05%) ed il Nasdaq Composite ha terminato a 2.291,25 punti (-1,25%). Per quanto riguarda gli aggiornamenti macroeconomici, indicazioni deludenti dai nuovi cantieri, dai permessi di costruzione (557 e 653 mila rispettivamente) e dalle vendite al dettaglio misurate dall’indice Redbook Research (-1,3% m/m); +0,2% mensile (consenso 0,0%) per il Ppi di dicembre. Dal fronte trimestrali, nonostante conti migliori delle attese Ibm ha lasciato sul campo il 2,9% e Wells Fargo l’1,63%. Negativi i numeri annunciati da Morgan Stanley (-1,7%) e Bank of America (+1,04%). Nel comparto healthcare +1,01% per Pfizer, mentre gli altri titoli del settore hanno pagato pegno ai guadagni che hanno accompagnato la vittoria repubblicana in Massachusetts. In attesa dei conti, Google ha lasciato sul parterre l’1,23%.