Chiusura in rosso per la Borsa di Sydney

Inviato da Valeria Panigada il Mer, 19/05/2010 - 08:45
La Borsa di Sydney ha terminato le contrattazioni odierne in deciso ribasso, sulla paura di nuove regole stringenti dei mercati azionari europei dopo che la Germania ha deciso di vietare lo short selling fino a marzo 2011 per limitare la speculazione. L'indice S&P/Asx 200 ha così ceduto l'1,87% finendo a quota 4387,1, il più basso livello da nove mesi. Le vendite si sono concentrate soprattutto sui settori finanziario e delle materie prime. In particolare, i maggiori minerari, Bhp Billiton e Rio Tinto, hanno ceduto rispettivamente lo 0,7 e l'1,5%.
COMMENTA LA NOTIZIA