1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Chiusura in rialzo per Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Wall Street chiude la seduta con il segno più, rinfrancata nelle ultime due ore dalla pubblicazione dei verbali del Fomc (Federal Open Market Committee), il braccio operativo della Banca Centrale. I funzionari della Federal Reserve nell’ultima riunione hanno rivisto al rialzo le stime di crescita per il 2011 nel range 3,4-3,9%, rispetto al 3-3,6% pronosticato in precedenza. Le indicazioni sono arrivate in una giornata caratterizzata da dati macro contrastanti. Meglio delle attese i dati arrivati dal settore delle costruzioni, con i nuovi cantieri a 596 mila ed i permessi edilizi a 562 mila a gennaio, in linea con le stime il +0,8% del Ppi, anche se il dato “core” con un +0,5% ha superato il +0,2% del consenso, ed indicazioni deludenti dalla produzione industriale, scesa a gennaio dello 0,1%, primo calo dal giugno 2009. Il Dow ha così chiuso in rialzo di mezzo punto percentuale a 12.288,17 punti, +0,17% per lo S&P a 1.336,32 e +0,76% per il Nasdaq a 2.825,56. Dal fronte trimestrali +11,86% per Dell, che ha chiuso il quarto trimestre dell’esercizio fiscale con profitti, escluse le poste straordinarie, pari a 53 centesimi per azione, sopra le attese degli analisti ferme a 37 centesimi. Segno più, sempre per merito dei conti, anche per Comcast (+0,7%) e Deere (+2,39%). Acquisti anche su Celgene (+1,47%), che ha annunciato di aver triplicato a 1,5 mld di dollari il piano di buy-back della società. Dal fronte M&A, +21,13% a 53,25 dollari per Family Dollar dopo l’offerta lanciata da Trian Group, che fa capo al miliardario Nelson Petz. L’offerta prevede un prezzo compreso tra 55 e 60 dollari in contanti. Per quanto riguarda i giudizi, +4,67% per Research In Motion grazie al doppio upgrade di Citigroup (-0,2%) da “sell” a “buy”.