Chiusura in parità per i listini Usa, indicazioni positive dai numeri di Alcoa

Inviato da Luca Fiore il Mar, 10/07/2012 - 01:16
Wall Street recupera e chiude la prima seduta dell'ottava in sostanziale parità. Il Dow ha terminato con un rosso dello 0,28% a 12.736,29 punti, -0,16% dello S&P a 1.352,46 e -0,19% del Nasdaq a 2.931,77. Dopo la chiusura il colosso dell'alluminio Alcoa (+0,4%) ha aperto la stagione delle trimestrali a stelle e strisce. L'Aluminum Company of America ha terminato il secondo trimestre dell'anno con un rosso di 2 milioni di dollari, contro i +322 milioni di un anno fa. Il risultato per azione al netto delle componenti straordinarie si è attestato a +6 centesimi di dollaro, un centesimo in più rispetto alle attese. Meglio del previsto anche il fatturato, sceso del 10% a 5,96 miliardi (consenso 5,8 miliardi).

Tra le altre storie del giorno segnaliamo il +3,41% di WellPoint che ha acquisito la rivale Amerigroup per 4,9 miliardi di dollari ed il -0,82% di Campbell Soup che si è portata a casa Bolthouse Farms per 1,55 miliardi. Nel comparto finanziario segno meno per Visa e Mastercard (-1,3% e -2,35%), penalizzate dal taglio delle stime e dalla bocciatura a "sell" da parte di Ubs. Acquisti invece su Cabot Oil & Gas (+1,92%) grazie all'upgrade a "buy" da parte di Goldman Sachs (-1,05%). Due velocità per Best Buy (-1,9%) nel giorno dell'annuncio del licenziamento di 2.400 dipendenti e per Boeing (+0,46%) che ha ricevuto un ordine da 7,2 miliardi di dollari da Air Lease Corporation. E chiudiamo con il +1,39% di Facebook che secondo indiscrezioni potrebbe buttarsi nel campo delle inserzioni per la ricerca di lavoro. La notizia ha depresso LinkedIn, in calo del 5,4%.
COMMENTA LA NOTIZIA