Chiusura in parità per le borse Usa

Inviato da Luca Fiore il Mer, 04/01/2012 - 23:05
Wall Street recupera terreno e chiude la seduta in parità. Il Dow Jones ha terminato a 12.418,42 punti (+0,17%), 1.277,3 (+0,02%) punti per lo S&P mentre il Nasdaq (-0,01%) si è fermato a 2.648,36. In agenda macro sostanzialmente in linea con le attese il +1,8% registrato dagli ordini alle imprese di novembre e meglio del previsto i dati rilevati dall'ICSC (International Council of Shopping Centers) e da Goldman Sachs. Nell'ultima settimana del 2011 le vendite nelle grandi catene statunitensi hanno messo a segno un rialzo annuo del 5,3% (dal +4,5% precedente) mentre il dato mensile ha evidenziato un +1,2% (da +0,9%). Nel comparto energetico le quotazioni del greggio si sono confermate toniche sopra quota 103 dollari il barile.

A livello societario riflettori puntati sui big dell'auto. General Motors (+0,48%) a dicembre ha registrato vendite in crescita del 5% annuo mentre il gruppo Ford (+1,53%) ha messo a segno un incremento del 17%. Per quanto riguarda i giudizi, segno meno per i due colossi delle carte di credito Visa e MasterCard (-1,79% e -3,29%), bocciate dagli analisti di Janney a "neutral". Rosso anche per Lockheed Martin (-1,35%) e per Groupon (-2,49%). Il titolo del colosso aerospaziale del Maryland è stato spinto al ribasso dalla bocciatura arrivata dagli analisti di RBC Capital Markets ad "underperform" mentre Collins Stewart ha iniziato la copertura sul titolo GRPN con raccomandazione "neutral". Tra le altre storie del giorno +10,09% per TiVo che riceverà 215 milioni di dollari da At&t (+0,16%) a causa della violazione di un brevetto, e -3,1% per Yahoo! nel giorno dell'annuncio che Scott Thompson, presidente di Paypal (eBay, -3,77%) assumerà la carica di amministratore delegato del gruppo.
COMMENTA LA NOTIZIA