Chiusura in calo per la Borsa di Sydney appesantita dai titoli minerari

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 03/05/2010 - 08:48
Sydney archivia le contrattazioni in territorio negativo, con l'indice S&P/ASX200 in calo dello 0,45% a 4.785,5 punti. A pesare i ribassi del comparto minerario nella bufera in scia alla proposta di riforma fiscale del Governo australiano. Semaforo rosso per Bhp Billiton che ha terminato la seduta in contrazione del 3%. Peggio è andata a Rio Tinto e Fortescue che sono arrivate a perdere oltre 4 punti percentuali.
COMMENTA LA NOTIZIA