1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Chiusura contrastata per i listini Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Wall Street recupera terreno nell’ultima parte. Nonostante la cattiva intonazione del comparto legato all’hi-tech il Dow e lo S&P (+0,03 e +0,19%) sono riusciti a chiudere con il segno più portandosi a 12.107,74 ed a 1.243,72. Segno meno per il Nasdaq che arretra di 1 punto percentuale (-0,99%) a 2.577,97. In agenda macro il dato relativo le vendite di case esistenti, che ad ottobre si sono attestate a 4,42 milioni (consenso 5 milioni).

Tra le storie del giorno +10,06% per il titolo Research in Motion che ha capitalizzato le indiscrezioni relative un presunto interesse di Microsoft (-1,02%), Nokia e Amazon (-4,48%) per l’acquisizione dell’inventore del Blackberry. Lettera invece su Oracle che ha lasciato sul parterre l’11,66%. Il titolo del colosso di Santa Clara è stato penalizzato dalla pubblicazione dei conti trimestrali. Tra gli energetici acquisti su Chevron (+1,7%) e Exxon (+1,37%) che hanno beneficiato del ritorno del Wti sopra quota 99 dollari in scia dei dati sulle scorte di greggio, scese la scorsa settimana di 10,57 milioni di barili.