Chiusura contrastata per i listini Usa

Inviato da Luca Fiore il Gio, 22/12/2011 - 00:03
Wall Street recupera terreno nell'ultima parte. Nonostante la cattiva intonazione del comparto legato all'hi-tech il Dow e lo S&P (+0,03 e +0,19%) sono riusciti a chiudere con il segno più portandosi a 12.107,74 ed a 1.243,72. Segno meno per il Nasdaq che arretra di 1 punto percentuale (-0,99%) a 2.577,97. In agenda macro il dato relativo le vendite di case esistenti, che ad ottobre si sono attestate a 4,42 milioni (consenso 5 milioni).

Tra le storie del giorno +10,06% per il titolo Research in Motion che ha capitalizzato le indiscrezioni relative un presunto interesse di Microsoft (-1,02%), Nokia e Amazon (-4,48%) per l'acquisizione dell'inventore del Blackberry. Lettera invece su Oracle che ha lasciato sul parterre l'11,66%. Il titolo del colosso di Santa Clara è stato penalizzato dalla pubblicazione dei conti trimestrali. Tra gli energetici acquisti su Chevron (+1,7%) e Exxon (+1,37%) che hanno beneficiato del ritorno del Wti sopra quota 99 dollari in scia dei dati sulle scorte di greggio, scese la scorsa settimana di 10,57 milioni di barili.
COMMENTA LA NOTIZIA