Chiusura contrastata per gli indici di Wall Street

Inviato da Redazione il Lun, 18/10/2010 - 07:30
Wall Street ha chiuso la passata ottava in territorio misto, con da un lato le tensioni che circondano il comparto finanziario e dall'altro l'entusiasmo scaturito dai conti di Google. Il Dow ha terminato in calo dello 0,29% portandosi a 11.062,78 punti, +0,2% dello S&P che sale a 1.176,19 e +1,37% del Nasdaq che si porta a 2.468,77. Giornata caratterizzata da una valanga di dati macro. Hanno aperto le danze le indicazioni migliori delle attese arrivate dall'Empire manufacturing (15,73 punti) e dalle vendite al dettaglio (+0,6% m/m); sotto le stime invece l'inflazione di settembre, salita su base mensile dello 0,1%. Hanno chiuso la settimana macro la fiducia dei consumatori calcolata dall'Università del Michigan, scesa a 67,9 punti, ed il +0,6% delle scorte delle imprese ad agosto. Ma sotto i riflettori anche il n.1 della Fed Ben Bernanke, che nel corso del suo intervento nel rimarcare che il tasso disoccupazione resta a livelli "preoccupanti" e che l'inflazione è "troppo bassa" ha confermato l'intenzione della Banca centrale di "fornire ulteriore supporto all'economia".
COMMENTA LA NOTIZIA