1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Chiusura contrastata per l’Europa, bene Credit Suisse e Ubs

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per la prima volta dal 1984 la Federal Reserve (Fed) taglia con decisione i tassi d’interesse dello 0,75% in una sola volta e la volatilità fa immediatamente capolino nei principali mercati europei. Dopo il pesante tonfo di ieri la decisione a sorpresa della Fed non fa però tornare il sereno su tutte le Borse del Vecchio continente. A Francoforte il Dax, che ieri aveva ceduto oltre 7 punti percentuali, ha recuperato le perdite, anche se ha terminato gli scambi in territorio negativo (-0,31%). Segno più per il Cac40, che ha guadagnato oltre due punti percentuali (2,03%) a 4.842,54 punti e per la City che è avanzata del 2,82% a 5.740,10 punti. Anche a Zurigo lo Smi ha archiviato la seduta in rialzo del 2,68% a 7.487,92 punti. Dal fronte societario, buone nuove sono giunte per le svizzere Ubs e Credit Suisse, che hanno messo a segno guadagni rispettivamente pari al 9% e al 6%.