1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le borse statunitensi terminano la seduta con il segno più spinte al rialzo dal comparto energetico. Il Dow Jones con un rialzo di 1 punto percentuale (+1,03%) si è riportato sopra quota 12 mila punti a 12.076,11, +1,26% dello S&P a 1.287,87 mentre il Nasdaq ha chiuso con un +1,48% a 2.678,72. Dal fronte macro, indicazioni migliori delle attese dalle vendite al dettaglio, scese dello 0,2% mensile; l’indicatore calcolato al netto delle vendite di auto ha messo a segno un progresso dello 0,3% m/m. Sopra le stime anche i prezzi alla produzione, saliti il mese scorso dello 0,2% sia in versione completa e sia per quanto riguarda la componente “core”, quella calcolata al netto delle variazioni dei prodotti alimentari e di quelli energetici. In linea con i pronostici invece il +0,8% mensile registrato dalle scorte delle imprese ad aprile. Tra le storie del giorno, rally di J.C. Penney (+17,47%) che ha nominato Ron Johnson, ex n.1 del retail di Apple, nuovo Amministratore delegato. Deciso segno più anche per Best Buy (+4,55%) che nel primo trimestre dell’esercizio fiscale ha registrato un utile netto di 136 milioni di dollari e ricavi in crescita dell’1,4% a 10,9 miliardi. Tra finanziari -2,4% per Morgan Stanley, sui cui Rbc ha avviato la copertura con giudizio “underperform”. Sempre Rbc ha tagliato ad “underperform” ed a “sector perform” la valutazione su Cisco Systems e Juniper Networks (+0,13% e +1,84%). +1,79% per Apple, che ha raggiunto un’intesa con la finlandese Nokia per mettere la parola fine alla lunga guerra dei brevetti.