Chiusura Borse Usa

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 16/06/2011 - 08:52
Le notizie in arrivo dalla Grecia ed i dati macro spingono al ribasso i listini statunitensi. Il Dow Jones ha terminato in calo di un punto e mezzo percentuale (-1,48%) a 11.897,27 punti, -1,74% dello S&P a 1.265,42 e -1,76% del Nasdaq a 2.631,46. In particolare evidenza il Vix, l'indice della paura, che con un +16,7% si è portato ai massimi da tre mesi a 21,3 punti. Per quanto riguarda i dati macro +0,2% per il Cpi, rispetto al +0,1% atteso dal mercato. A sorprendere è stato il balzo dell'indice core, quello calcolato al netto delle componenti cibo ed energia, che ha fatto segnare un +0,3% m/m (+0,2% il consensus), il maggior incremento congiunturale dal luglio 2008. Sotto le stime invece i dati relativi il settore manifatturiero nell'area di New York, la produzione industriale e la fiducia dei costruttori di abitazioni (Nahb). A livello settoriale rosso di 2 punti percentuali per il comparto finanziario. Spicca il -2,01% di Citigroup ed il -2,22% messo a segno da JP Morgan. Per quanto riguarda i giudizi segno meno per Kellogg e Kraft (-1,16% e -0,7%), sui cui Jefferies ha avviato la copertura con rating undeperform e buy. Segno più invece per Pandora, al debutto a Wall Street. Dopo il +40% messo a segno nei primi scambi il titolo P ha chiuso in rialzo dell'8,88%.
COMMENTA LA NOTIZIA