1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Wall Street chiude l’ottava con il segno meno spinta al ribasso dai cali delle materie prime e dalle tensioni in arrivo dal Vecchio continente. Il Dow ha terminato con un -0,79% a 12.595,75 punti, -0,81% per lo S&P a 1.337,77 e -1,21% per il Nasdaq a 2.828,47. Su base settimanale i tre indici mettono rispettivamente a segno un -0,34%, un -0,18% ed un +0,03%. Dal fronte macro in linea con le stime l’inflazione ad aprile, +0,4% mensile e +3,2% annuo (+0,2% e +1,3% per il dato “core”), mentre indicazioni migliori delle attese sono arrivate dall’indice di fiducia redatto dall’Università del Michigan che a maggio, in versione preliminare, è salito a 72,4 punti. Tra i finanziari segno meno per Citigroup e AIG (-2,1% e -2,41%) nonostante la prima abbia annunciato il ritorno al dividendo dopo più di due anni e la seconda sia stata promossa da Wells Fargo da “underperform” a “market perform”. E sempre a proposito di giudizi Jp Morgan (-2,13%) ha alzato a “overweight” il comparto healthcare. Cigna ha così chiuso con un guadagno dell’1,33% mentre Aetna ha messo a segno un rialzo del 2,38%. Profondo rosso per Nvidia (-10,93%) che dopo la presentazione dei conti è stata bocciata dagli analisti di Needham & Co. da “buy” a “hold”. Sempre per quanto riguarda le trimestrali, +15,25% per Dillard’s, che ha registrato una crescita degli utili del 57%, e -3,13% per Nordstrom, che ha ridotto l’outlook sull’intero esercizio. Vendite anche su Yahoo! (-3,61%) penalizzata dalla controversia con la controllata Alibaba Group, che avrebbe deciso la separazione del business di pagamento online, Alipay, senza l’approvazione del consiglio e degli azionisti.