1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quinta seduta consecutiva sotto la parità per i listini a Wall Street, spinti al ribasso nell’ultima parte di seduta dalla parole di Ben Bernanke. Il chairman della Fed nel corso di una conferenza ad Atlanta ha ammesso che la crescita dell’economia statunitense “quest’anno è stata inferiore alle attese” e che “alcuni indicatori rilevano un rallentamento del mercato del lavoro”. Il Dow ha così chiuso la seduta in calo dello 0,16% a 12.070,81 punti, -0,1% dello S&P a 1.284,94 e parità (-0,04%) del Nasdaq a 2.701,56. Dal fronte societario M&A sempre sotto i riflettori. +0,44% per International Paper, che ha lanciato un’offerta d’acquisto sulla rivale Temple-Inland (+40,36% a 29,49$) da 30,60 dollari per azione. Temple-Inland ha già respinto l’offerta giudicandola “inadeguata”. Due velocità invece per General Electric (+0,11%) e Capital One Financial (-1,12%) che avrebbero presentato due diverse offerte per acquistare la divisione Usa di banking online del gruppo Ing. Tra i finanziari, Sandler O’Neill ha tagliato le stime di utili per azione di Bank of America (-1,66%), Citigroup (-1,29%), Morgan Stanley (-1,15%) e Jp Morgan (+0,47%). Segno più anche per Starbucks e McDonald’s (+0,53% e +0,55%) su cui Lazard Capital ha avviato la copertura con raccomandazione di acquisto. Nel comparto auto, +0,77% di General Motors, le cui vendite in Cina a maggio sono scese a 190.674 unità, e +0,29% di Ford, che nel Celeste Impero ha messo a segno vendite in crescita del 14% annuo. La società ha detto di attendersi un incremento delle vendite globali del 50% entro il 2015.