Chiusura Borse Usa

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 30/06/2011 - 08:58
L'approvazione da parte del parlamento greco delle nuove misure di austerità, condizione essenziale per ottenere la nuova tranche di aiuti e per definire i contorni del secondo piano di salvataggio, permette ai listini Usa di chiudere la terza seduta consecutiva con il segno più. Il Dow Jones ha messo a segno un +0,6% a 12.261,42 punti, +0,83% dello S&P a 1.307,41 e +0,41% per il Nasdaq a 2.740,49. Tra i dati macro rimbalzo per le vendite di case in corso (pending home sale), che dopo il -11,3% di aprile sono salite dell'8,2%. Dal fronte societario +1,45% per il comparto finanziario, all'interno del quale spicca il +3,36% di Citigroup ed il +2,96% di Bank of America. La prima ha capitalizzato la promozione a "buy" da parte della stessa BofA mentre la seconda ha chiuso una controversia legata alle Mbs tramite il pagamento di 8,5 mld di dollari. Segno più anche per gli energetici (+1,18%) che hanno approfittato del calo maggiore delle attese messo a segno dalle scorte di greggio e del conseguente ritorno del petrolio in area 95$. Dal fronte trimestrali +5,02% per Monsanto, che nel terzo trimestre fiscale ha riportato un utile netto di 680 milioni di dollari, +77% rispetto al corrispondente periodo del 2010. Segno più anche per Family Dollar Stores e General Mills (+0,79% e +0,46%) nonostante i numeri trimestrali non proprio esaltanti.
COMMENTA LA NOTIZIA