1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura ai minimi di seduta per Wall Street. Nonostante l’approvazione del piano anti-default gli indici sono risultati ancora appesantiti dalle recenti indicazioni arrivate dai dati macro. Buone notizie invece dall’agenzia Fitch, che ha definito l’intesa, che oggi ha ricevuto anche l’ok del Senato, “compatibile con la tripla A”.

Dal fronte macro, l’indice dei prezzi delle spese per consumi personali in versione core, calcolato al netto di alimentari ed energetici, a giugno ha registrato un +0,1%; redditi e spese, sempre a luglio, hanno messo a segno un +0,1% ed un -0,2%. Restando in tema di consumi, l’indice ICSC/Goldman Sachs la scorsa settimana ha registrato una contrazione dello 0,3% mentre il Redbook nella settimana al 30 luglio è sceso di mezzo punto percentuale. Il Dow ha chiuso in calo del 2,09% a 11.878,65 punti, -2,56% per lo S&P a 1.254,05 e -2,75% per il Nasdaq che scende a 2.669,24.

A livello societario comparto auto sotto i riflettori nel giorno dei dati sulle vendite a luglio. Segno meno per il titolo Ford (-4,05%) nonostante la crescita annua delle vendite del 9%; lettera anche su General Motors (-3,63%), che ha invece messo a segno un +7,6%. Tra le società che oggi hanno presentato i conti profondo rosso per Pfizer (-4,58%) mentre Duke Energy (-0,8%) e Cognizant (-0,46%) hanno contenuto le perdite. Dal fronte giudizi, -1,79% per Wal-Mart, bocciata da Jefferies a “hold”.