1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante gli operatori non abbiano accolto con particolare entusiasmo le decisioni della Fed, Wall Street è riuscita a chiudere ai massimi di seduta. Il Dow Jones ha terminato con un +3,98% sopra quota 11 mila a 11.239,77 punti, +4,74% per lo S&P che si è portato a 1.172,53 e +5,29% del Nasdaq a 2.482,52. In forte calo il Vix, l’indice della paura, che dopo il +50% della seduta precedente ha terminato con un -26,75% a 35,06 punti. Il Fomc, il braccio operativo della Banca centrale ha annunciato di aver confermato il tasso sui Fed Funds nel range 0-0,25% dichiarando che i tassi resteranno ad un livello “eccezionalmente basso” almeno fino alla metà del 2013. Nel corso del meeting i membri del Fomc hanno discusso di strumenti per rafforzare la ripresa, che saranno utilizzati “se necessario”. Alla luce delle tensioni sui mercati, gli investitori si aspettavano qualcosa di più. Dal fronte macro, -0,3% per la produttività nel secondo trimestre mentre il costo del lavoro ha registrato un rialzo del 2,2%. Seduta di rimbalzi per i finanziari, con il +16,74% di Bank of America ed il +13,85% di Citigroup. +8,07% per Wells Fargo, promossa a “outperform” da Fbr Capital Markets. Upgrade anche per McDonald’s (+4,69%) e Humana (+9,29%) da parte di Goldman Sachs (+4,31%), che ha tolto Ups (+2,72%) dalla “conviction buy list” e inserito Pfizer (+5,64%). Profondo rosso invece per AOL (-25,75%) nel giorno dei conti.