Chiusura Borse Usa

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 25/08/2011 - 10:58
Ancora acquisti per gli indici a Wall Street, che chiudono nei pressi dei massimi di seduta. Il Dow ha terminato con un +1,29% a 11.320,71 punti, +1,31% dello S&P a 1.177,6 e +0,88% del Nasdaq a 2.467,69.

La buona intonazione degli indici è stata favorita dalle attese per le nuove possibili misure che potrebbero essere messe in campo dalla Banca Centrale e dagli aggiornamenti arrivati dal fronte macroeconomico. A luglio gli ordini di beni durevoli grazie al buon andamento del comparto auto e di quello aeronautico hanno registrato un incremento del 4%, doppio rispetto alle attese del mercato; indicazioni positive anche dai prezzi delle case misurati dalla Fhfa (Federal Housing Finance Agency), saliti a giugno dello 0,9% congiunturale.

Nel comparto finanziario in particolare evidenza Bank of America che con un +10,95% ha capitalizzato le dichiarazioni di Meredith Whitney, secondo il quale BofA non necessita di un rafforzamento patrimoniale. Segno più anche per Google (+0,86%) che ha accettato di pagare una multa di 500 mln di dollari per chiudere il contenzioso con il Dipartimento della Giustizia Usa relativo alla pubblicità fornita alle aziende che hanno venduto liberamente farmaci per i quali negli Stati Uniti è richiesta una ricetta medica. Ed a proposito del primo motore di ricerca, secondo indiscrezioni riportate da Bloomberg News dal prossimo anno sui telefoni Blackberry potrebbero girare le applicazioni dell'Android Market. La canadese Research in Motion ha terminato la seduta con un +3,94%.

Due velocità infine per McGraw-Hill ed American Eagle Outfitters (+7,44% e -8,78%). La prima ha sfruttato un report in cui Bloomberg ha evidenziato gli aspetti positivi dell'eventuale scissione delle singole divisioni mentre il retailer della Pennsylvania è stato penalizzato dal profit warning sui conti 2012.
COMMENTA LA NOTIZIA