Chiusura Borse Usa

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 01/12/2011 - 08:55
L'intervento coordinato delle banche centrali e le indicazioni arrivate dal fronte macro permettono a Wall Street di chiudere la seduta in rally. Il Dow Jones ha terminato in rialzo del 4,24% sopra quota 12 mila a 12.045,68 punti, +4,33% per lo S&P che sale a 1.246,96 e +4,17% del Nasdaq a 2.620,34.

Per quanto riguarda i dati macro, indicazioni sopra le attese dal Pmi Chicago e dal mercato del lavoro a stelle e strisce. L'indice che misura il sentiment dei direttori degli acquisti a novembre è salito a 62,6 punti mentre la stima Adp ha evidenziato un incremento delle buste paga nel settore privato di 206 mila unità (consenso 58,5 punti e +130 mila). Nel corso della seduta è stato inoltre pubblicato il Beige Book, il report con la copertina beige preparato dalla Banca centrale Usa relativo lo stato di salute della prima economia. Il documento ha evidenziato come l'attività economica abbia registrato una crescita "tra il lento ed il moderato" nella maggior parte dei 12 Distretti in cui sono divisi gli Stati Uniti. Salgono le spese dei consumatori anche se le assunzioni procedono ad un ritmo "contenuto".

A Wall Street in particolare evidenza il comparto finanziario, che nonostante i tagli annunciati da Standard & Poor's ha chiuso con un rialzo del 5,33%. A livello di singoli titoli deciso segno più per Morgan Stanley (+11,12%), JP Morgan (+8,44%), Citigroup (+8,87%), Goldman Sachs (+7,94%), Bank of America (+7,3%) e Wells Fargo (+7,39%). Acquisti anche su American Eagle, che ha chiuso il trimestre al 29 ottobre con vendite in crescita a 832 milioni di dollari ed un utile lordo in lieve calo a 309 milioni. Tra i pochi segni meno troviamo Netflix (-4,5%), penalizzata dalla bocciatura a "sell" da parte di Wedbush Securities.
COMMENTA LA NOTIZIA