1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni negative in arrivo da Eurolandia ed il calo della fiducia dei consumatori ai minimi dal marzo 2009 (39,8 punti) spingono al ribasso i listini Usa, che chiudono ai minimi di seduta. Il Dow ha terminato in calo dell’1,74% portandosi a 11.706,62 punti, rosso di 2 punti percentuali per lo S&P a 1.229,05 e -2,26% del Nasdaq a 2.638,42. In agenda macro anche l’indice S&P Case Shiller, che ad agosto, su base congiunturale, non ha fatto registrare variazioni.

A livello societario sono sempre le trimestrali a monopolizzare l’attenzione degli operatori. Lettera su Ups (-2,14%), nonostante una crescita dei profitti del 5,1% ed un +8% registrato dai ricavi. Andamento simile per Texas Instruments (-2,27%) che nonostante conti migliori delle attese è stata penalizzata dalle stime sul trimestre in corso e -6,25% di 3M, che ha registrato un fatturato sotto le stime e ridotto la guidance sull’eps 2011. Tra le altre società che hanno presentato i conti vendite anche su DuPont (-2,5%), su Peabody Energy (-3,13%) e su Illinois Tool Works (-5,35%). +0,25% invece per Xerox e, in attesa dei conti, -4,4% per Amazon.com. Tra le altre notizie del giorno -1,04% di Ibm, il cui board ha approvato un dividendo trimestrale da 0,75 dollari per azione ed un piano di buyback da 7 miliardi di dollari.