1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante un miglioramento nel finale gli indici statunitensi chiudono l’ottava con il segno meno. Wall Street è risultata penalizzata dalle notizie in arrivo dal Vecchio continente e dalle indicazioni contrastanti relative l’andamento del mercato del lavoro. Il mese scorso la prima economia del pianeta ha registrato un saldo delle buste paga nei settori non agricoli positivo per 80 mila unità, -15 mila rispetto al consenso medio degli analisti, ed il Dipartimento del Lavoro ha annunciato di aver rivisto al rialzo i dati relativi agosto e settembre (da +57 a +104 mila il primo e da +103 a +158 mila il secondo). Meglio delle attese il tasso di disoccupazione, passato dal 9,1% precedente (e del consenso) al 9%. Il Dow Jones ha chiuso la seduta in calo di mezzo punto percentuale (-0,51%) a 11.983,24 punti, -0,63% per lo S&P che scende a 1.253,23 e -0,44% per il Nasdaq a 2.686,15. Su base settimanale i tre indici hanno rispettivamente messo a segno un calo del 2,03, del 2,48 e dell’1,86 per cento.
Tra le società che hanno presentato i conti trimestrali, segno più per CBS (+2,69%), che ha visto l’utile salire del 38% a 338 milioni di dollari, e per Starbucks (+6,74%$), i cui utili e ricavi sono saliti rispettivamente del 29 e del 7%. Vendite invece su American International Group (-2,92%), che ha chiuso il Q3 con un rosso di 4,1 miliardi di dollari, e su LinkedIn (-5,86%), che nonostante il raddoppio delle vendite ha perso 1,6 milioni di dollari. Sempre per quanto riguarda internet, debutto con il botto per Groupon (+30,55%).