1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il comparto tecnologico ed il buon andamento dei finanziari spingono al rialzo i listini statunitensi. Il Dow Jones ha terminato in rialzo di mezzo punto percentuale (+0,51%) a 12.169,65 punti mentre lo S&P ed il Nasdaq hanno chiuso con un +0,83% portandosi rispettivamente a 1.254 ed a 2.599,45 punti. Giornata particolarmente ricca di indicazioni macro. In evidenza il calo delle nuove richieste di sussidio, che, attese in crescita a 376 mila, sono scese da 368 a 364 mila unità. Si tratta del terzo calo consecutivo e del dato migliore dall’aprile 2008. Sotto le stime invece il dato definitivo relativo la crescita economica del terzo trimestre, che dal 2% della stima precedente (e del consenso) è stata rivista all’1,8%. Per quanto riguarda le altre indicazioni macro, meglio del previsto i dati relativi la fiducia dei consumatori statunitensi (Università del Michigan, dato finale) salita a dicembre a 69,9 punti (67,7 punti per il dato preliminare) ed il superindice, che a dispetto del +0,3% del consenso ha registrato un +0,5% m/m. Segno meno invece per l’indice Fhfa (Federal Housing Finance Agency) che rileva l’andamento dei prezzi delle abitazioni statunitensi, sceso ad ottobre dello 0,2% mensile.

Tra i finanziari acquisti su Citigroup (+5,94%) e Morgan Stanley (+6,51%). Denaro anche su Bank of America (+4,59%), su JP Morgan (+3,5%) e su Goldman Sachs (+2,63%). Parità invece per il titolo Yahoo! (+0,06%) che secondo quanto riportato dal Wall Street Journal starebbe valutando un piano per ridurre dal 40 al 15% la quota detenuta nel colosso cinese dell’e-commerce Alibaba Group. Dal fronte trimestrali due velocità per Micron e per Bed Bath & Beyond (+15,7% e -6,27%). La multinazionale dei semiconduttori ha terminato il trimestre al 1° dicembre con un rosso di 187 milioni di dollari mentre il retailer ha visto gli utili salire a 228,5 milioni di dollari.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Audizione governatore Federal Reserve

Powell (FED): “UE non è nemica degli USA”

Smentisce le parole del presidente Donald Trump pronunciate qualche giorno fa alla vigilia del summit Nato il numero uno della FED, Jerome Powell. “Crede che l’Unione europea sia un nemico …

Intervento del vice ministro dell'economia

Garavaglia (MEF): “Taglio tasse per imprese a breve”

Buone notizie per le imprese. Già prima della fine dell’estate potrebbe esserci un provvedimento sul taglio delle tasse. Così Massimo Garavaglia, vice del ministro dell’Economia, Giovanni Tria, a margine di …

Summit a Washington

Dazi: il prossimo 25 luglio incontro Trump-Juncker

Il prossimo 25 luglio il presidente della Commissione ue, jean-Claude Juncker, incontrerà il presidente degli USA Donald Trump a Washington. L’incontro verterà sulla questione commerciale come sottolinea la stessa Commissione …

Mercato immobiliare sottotono

USA: indice Nahb sotto le attese a luglio

Il mercato immobiliare americano mostra segni di cedimento con l’indice Nahb (National Association of Home Builders) che a luglio si quota a 68 punti, inferiore al consensus pari a 69 …