Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le minori possibilità di un terzo round di quantitative easing e le tensioni in arrivo dall’Europa spingono al ribasso i listini statunitensi. In particolare evidenza il rosso di 2 punti percentuali messo a segno dai titoli legati alle risorse di base, penalizzati dal rafforzamento del dollaro e dal conseguente ritracciamento delle materie prime. Due velocità per gli aggiornamenti macroeconomici. La stima Adp, l’antipasto in vista dei dati ufficiali in calendario per venerdì, ha rilevato una crescita delle buste paga nel settore privato statunitense di 209 mila unità (consenso +206 mila) mentre l’Ism relativo il settore servizi è passato da 57,3 a 56 punti (attese a 56,7). Il Dow Jones ha così chiuso in calo dello 0,95% a 13.074,75 punti, -1,02% dello S&P che scende sotto la soglia psicologica dei 1.400 punti terminando a 1.398,96 e -1,46% del Nasdaq a 3.068,09.

Nel corso della seduta il presidente Obama ha firmato lo Stock Act, la legge che vieterà al presidente, al Vice-presidente, ai membri del Congresso, ai lavoratori del ramo esecutivo del Governo a stelle e strisce e ai loro familiari di comprare e vendere azioni in Borsa. Nel comparto finanziario due velocità per Jp Morgan (-2,22%), che secondo quanto riportato dal Financial Times dovrà sborsare 20 milioni di dollari per chiudere la causa legata al crack Lehman Brothers, e AIG (+5,34%), promossa da Bernstein a “outperform”. Sempre per quanto riguarda i giudizi, -1,1% per General Electric, su cui Moody’s ha tagliato il merito di credito ad “Aa3” dal precedente “Aa2” (outlook stabile). Tra le altre storie del giorno +0,59% per Yahoo! che ha annunciato che taglierà la forza lavoro di circa 2 mila unità, e crollo verticale per SanDisk (-11,07%) che ha rivisto al ribasso la stima sulle vendite del trimestre al 1° aprile da 1,3-1,35 di a 1,2 miliardi di dollari.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…