Chiusura Borse Usa

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 02/02/2012 - 08:58
Seduta positiva per i listini statunitensi che hanno beneficiato, così come del resto le Borse europee, dell'ottimismo che circonda le trattative tra l'esecutivo greco ed i creditori privati. Il Dow Jones ha terminato in rialzo dello 0,66% a 12.716,46 punti, +0,89% per lo S&P a 1.324,09 e +1,22% del Nasdaq a 2.848,27. In agenda macro la stima Adp, che a gennaio ha registrato un saldo positivo di 170 mila nuove buste paga nel settore privato (consenso +185 mila), l'Ism manifatturiero, che si è attestato a 54,1 punti (54,5), e l'indice che misura l'andamento delle spese per costruzioni, salito di un inatteso 1,5% mensile (+0,7% m/m).

Tra le notizie del giorno -0,72% per Ford nonostante una crescita delle vendite statunitensi a gennaio del 7% annuo a 136.710 unità e +1,46% di General Motors, che invece ha registrato una contrazione del 6,1% a 167.962 unità. Tra i finanziari +3,97% per Morgan Stanley che secondo le indiscrezioni circolate nelle ultime ore si sarebbe assicurata il ruolo di lead underwriter nell'Ipo di Facebook. Deciso segno più anche per Citigroup (+2,86%), promossa da Wells Fargo (+2,75) a "outperform". Per quanto riguarda le trimestrali, +3,14% di Aetna, che ha chiuso il quarto trimestre con un utile in crescita a 372,6 milioni, +9,56% di Aol, che ha riportato utili in calo a 22,8 milioni di dollari, e profondo rosso per Amazon.com (-7,7%), spinta al ribasso da una crescita del fatturato inferiore alle stime. -0,06% infine per Apple che nel corso della seduta ha toccato un nuovo massimo storico in quota 458,99 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA