1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante le trimestrali, Wall Street chiude l’ottava nei pressi dei minimi di seduta penalizzata dalle tensioni in arrivo dalla Spagna e dal rallentamento della crescita cinese. Il Dow ha chiuso con un rosso di un punto percentuale (-1,05%) a 12.849,59 punti, -1,25% per lo S&P a 1.370,26 e -1,45% del Nasdaq che scende a 3.011,33. Su base settimanale i tre indici hanno rispettivamente messo a segno un -1,61, un -1,99 ed un -2,25 per cento. Le indicazioni arrivate dai dati macro hanno evidenziato un incremento dell’inflazione in linea con le attese (+0,3% m/m a marzo) mentre il dato preliminare relativo la fiducia dei consumatori misurata dall’Università del Michigan si è attestato a 75,7 punti.

Per quanto riguarda le società che hanno presentato i numeri del trimestre, pesante segno meno per Google (-4,06%) nonostante gli utili dei primi tre mesi abbiano registrato un +61% a 2,89 miliardi di dollari. Bank of America (-5,34%) nel confermare il giudizio “buy” ha alzato il target sugli utili per azione 2012 da 42,9 a 43,3 dollari. Lettera anche per Jp Morgan e Wells Fargo, scese rispettivamente del 3,64 e del 3,47 per cento. La prima ha chiuso il primo trimestre 2012 con un utile netto di 5,4 miliardi di dollari, in calo rispetto ai 5,55 miliardi di un anno fa ma sopra il consenso del mercato, mentre la seconda ha messo a segno un profitto record di 4,2 miliardi, il 14% in più rispetto all’anno prima. Nel comparto delle carte di credito, -1,31% per American Express, nonostante Citigroup abbia alzato il prezzo obiettivo da 60 a 66 dollari. Segno più invece per Visa e Mastercard (+1,77 e +1,49%), il cui target price è stato portato rispettivamente da 115 a 123 dollari e da 410 a 437 dollari. Tra le altre storie del giorno segnaliamo il -4,85% di KB Home che ha tagliato il dividendo del 60%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Piazza Affari sale con Enel e Telecom

Si riscatta Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana recuperando la debolezza della vigilia dovuta alle parole di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, che ieri in un intervento a …

RAPPORTO OCSE

Ocse lancia allarme su debito

Alert Ocse sul debito. L’organizzazione parigina indica che nel 2018 il debito nei Paesi Ocse è stimato in crescita a quota 45.000 miliardi di dollari rispetto ai 43.600 miliardi del …