1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni peggiori delle attese arrivate dai dati macro, ed in particolare dai dati relativi l’andamento del mercato del lavoro, spingono al ribasso i listini a stelle e strisce. In controtendenza il Vix, o indice della paura, che con un balzo di oltre 10 punti percentuali si è portato a 26,7 punti. Il Dow ha terminato l’ultima seduta dell’ottava con un rosso del 2,22% a 12.118,57 punti portando il saldo da inizio anno in territorio negativo (-0,81%), -2,46% per lo S&P che chiude a 1.278,04 e -2,82% del Nasdaq che si porta a 2.747,48 punti (+1,63% e +5,46% nel 2012). Il saldo settimanale evidenzia rispettivamente un -2,7, un -3,02 ed un -3,17%. A maggio il saldo delle buste paga nei settori non agricoli (non farm payrolls) è risultato positivo per 69 mila unità, contro un consensus Bloomberg di +150 mila unità. Peggio delle stime anche il tasso di disoccupazione, salito all’8,2% dall’8,1% precedente. Il difficile momento attraversato dalla prima economia è stato confermato dai dati inferiori alle attese relativi redditi e consumi ad aprile (+0,2 e +0,3%), dalle spese per costruzioni (+0,3%) e dall’Ism manifatturiero di maggio (53,5 punti). Secondo gli analisti il peggioramento della congiuntura statunitense potrebbe spingere la Fed ad approvare un nuovo piano, il terzo, di Quantitative Easing (QE3). L’ipotesi di un nuovo piano di allentamento quantitativo ha spinto al rialzo l’oro, salito di quasi il 4% (+58 dollari) a 1.620 dollari l’oncia, e di conseguenza le società minerarie (+7,3% per Barrick Gold e +6,66% di Newmont Mining).

Tra le altre storie del giorno, -0,86% per General Motors che a maggio negli Stati Uniti ha venduto 245.256 veicoli, l’11% in più rispetto all’anno prima. Ancora segno meno per il titolo Facebook (-6,35%) che dal debutto ha perso il 27%. Seduta particolarmente pesante anche per Groupon (-8,93%) che ha toccato un nuovo minimo storico in corrispondenza della fine del periodo di lock-up post-IPO. Profondo rosso anche per Hewlett-Packard (-6,31%), penalizzata dalla bocciatura a “hold” da parte degli analisti di Jefferies (-3,29%). -2,2% infine per Sara Lee il cui board ha approvato lo spin-off della divisione “Coffee & Tea”.