Chiusura Borse Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta in crescendo per i listini statunitensi. Nella prima parte i listini sono risultati penalizzati dalle indicazioni arrivate dalla stima ADP, l’antipasto in vista dei dati relativi l’andamento del mercato del lavoro in calendario per venerdì. Secondo la ricerca condotta dall’Automatic Data Processing, ad aprile il mercato del lavoro statunitense ha registrato un incremento delle buste paga del settore privato di 119 mila unità, al di sotto delle +175 mila unità pronosticate dagli analisti. In linea con le stime l’altro dato della giornata, quello relativo gli ordini alle imprese (-1,5% m/m). Il Dow Jones ha terminato la seduta in parità (-0,08%) a 13.268,57 punti, -0,25% per lo S&P che scende a 1.402,31 e +0,31% del Nasdaq a 3.059,85.

I listini sono stati spinti al ribasso dai titoli del comparto energetico, scesi di oltre un punto percentuale (-1,16%) in scia degli aggiornamenti arrivati dai dati settimanali sulle scorte. I dati diffusi dall’EIA (Energy Information Administration), l’Agenzia del Dipartimento dell’Energia che si occupa di statistiche, hanno evidenziato una crescita degli stock di greggio di 2,84 milioni di barili a 375,86 milioni ed il dato relativo il terminal di Cushing con un rialzo di 1,2 milioni ha fatto segnare un nuovo record storico a 42,96 milioni. Nel comparto -14,59% per Chesapeake il cui Ceo, Aubrey McClendon, gestiva anche un fondo da 200 milioni di dollari che investiva proprio nelle stesse commodity trattate da Chesapeake. Segno meno anche per Devon Energy (-3,67%) che nel quarto trimestre ha visto gli utili scendere da 416 a 393 milioni di dollari. Tra le società che hanno presentato i numeri del trimestre, vendite anche su MasterCard (-0,98%), Comcast (-0,6%) e Time Warner (-1,66%). Tra le altre storie del giorno, -5,04% per Research in Motion che ha presentato il nuovo BlackBerry 10, uno smartphone completamente touchscreen e multitasking.

Commenti dei Lettori
News Correlate
BORSA ITALIANA

STM, spinta da conti stellari dell’austriaca AMS

La società austriaca AMS, quotata a Zurigo, uno dei fornitori di chip di Apple, vola in rialzo del 17% circa dopo aver annunciato che dovrà rivedere al rialzo la previsione di lungo periodo sui ricavi, stimati ora in crescita del 30% di media annua n…

BORSA ITALIANA

Titoli di Stato: spread BTp-Bund 10y a 188 punti base

Spread a 188 punti base quando sono da poco passate le ore 13. Il differenziale di rendimento fra il BTp e il Bund a dieci anni è in risalita questa mattina dopo il rally di ieri, innescato dall’esito del primo turno delle presidenziali francesi, in …

BORSA ITALIANA

STM: maglia rosa a Piazza Affari, l’effetto Macron non svanisce

STMIcroelectronics torna a dir la sua a Piazza Affari dove in due sedute ha recuperato parecchio del terreno lasciato scoperto nelle scorse settimane. Il titolo questa mattina è tornato sopra i 14,5 euro e ora registra la miglior performance fra le b…