Chiusura Borse Usa

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 09/07/2012 - 08:48
Chiusura di ottava in territorio negativo per gli indici a Wall Street. Le indicazioni arrivate dal mercato del lavoro, che in un colpo solo hanno certificato il calo delle assunzioni ed allontanato l'ipotesi di una nuova fase di allentamento quantitativo, hanno penalizzato le borse statunitensi. A giugno la prima economia del pianeta ha registrato un saldo delle buste paga nei settori non agricoli (non farm payrolls) positivo per 80 mila unità, 20 mila in meno rispetto alle stime di Bloomberg. In linea con le attese il tasso di disoccupazione che si è confermato all'8,2%. Il Dow Jones ha così chiuso con un rosso dello 0,96% a 12.772,47 punti, -0,94% dello S&P che scende a 1.354,68 e -1,3% del Nasdaq a 2.937,33. Su base settimanale i tre indici hanno rispettivamente messo a segno un -0,84, un -0,55 ed un +0,08 per cento.

A livello settoriale seduta decisamente negativa per il comparto energetico (-1,33%) e per i titoli legati alle risorse di base (-1,39%), penalizzati dal rafforzamento del dollaro (eur/usd ai minimi da due anni). Segno meno anche per i finanziari (-0,91%) dopo la diffusione delle indiscrezioni su un possibile coinvolgimento di Deutsche Bank nello scandalo-Libor. Nel comparto JPMorgan (-1,4%), Goldman Sachs (-0,47%) e BlackRock (-0,27%) hanno annunciato di aver bloccato l'ingresso di nuovi clienti nei fondi monetari europei. Tra le altre notizie del giorno segnaliamo il -0,96% di ConocoPhillips, su cui gli analisti di Jefferies hanno ridotto il prezzo obiettivo da 80 a 60 dollari e tagliato le stime di eps, e -1,08% per Avon Products nonostante la promozione di Bank of America (-2,05%) a "neutral".
COMMENTA LA NOTIZIA