Chiusura Borse Usa

Inviato da Valeria Panigada il Lun, 29/10/2012 - 08:51
Nonostante un finale in parità, ottava con il segno meno per gli indici a Wall Street, spinti al ribasso dalle indicazioni contrastanti in arrivo dalle trimestrali e dalle tensioni legate alle elezioni presidenziali. Il Dow Jones ha chiuso la settimana a 13.107,21 punti (+0,03%), lo S&P a 1.411,94 (-0,07%) e il Nasdaq si è fermato a 2.987,95 (+0,06%). Su base settimanale i tre indici hanno rispettivamente messo a segno un -1,77, un -1,48 e un -0,59 per cento. Tra i dati macro del giorno spicca l'aggiornamento relativo il Pil, salito nel terzo trimestre del 2% trimestrale annualizzato. In particolare evidenza l'apporto fornito dalle spese del settore pubblico, passate dal -0,2% del Q2 al +9,6%. In calendario anche l'aggiornamento relativo la fiducia dei consumatori misurata dall'Università del Michigan, salita ad ottobre ai massimi da cinque anni a 82,6 punti. A livello societario -10,41% per Goodyear, penalizzata al calo di utili e ricavi registrato nel trimestre al 30 settembre: i primi sono passati da 161 a 110 milioni di dollari mentre il fatturato è sceso da 6,06 a 5,26 miliardi. Sotto la parità anche Merck (-0,32%) che nel Q3 ha registrato una contrazione del fatturato maggiore delle attese. Acquisti invece su Comcast (+3,3%), Amazon.com (+6,87%) e rally di Expedia (+15,24%), promossa a "buy" dagli analisti di Goldman Sachs (-0,23%) e di Lazard (-1,24%). Lettera invece su Apple (-0,91%) e su McDonald's (-0,71%) su cui Goldman e Ubs hanno ridotto il prezzo obiettivo da 810 a 760 dollari e da 99 a 96 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA