1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Chiusura ai top da ottobre per Piazza Affari, Banco BPM la migliore

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova seduta positiva per Piazza Affari che aggiorna i massimi annui. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,11% a quota 20.459 punti assestandosi ai nuovi massimi dallo scorso 5 ottobre. Contrastanti i riscontri arrivati da oltreoceano con fiducia consumatori in rialzo e Fed Richemond oltre le attese, mentre l’avvio di nuovi cantieri ha deluso le attese scivolando ai minimi a oltre due anni. Il presidente della Fed, Jerome Powell, ha parlato di segnali contrastanti dall’economia anche se il mercato del lavoro si mantiene forte e gli effetti dello shutdown sono contenuti. Powell ha posto l’accento sulla traiettoria del debito Usa definita “non sostenibile”.
A Milano tonico anche oggi il settore bancario con Banco BPM (+3,58%) a guidare i rialzi insieme a UBI Banca (+1,92%) che ieri ha concluso l’emissione di un bond subordinato da 500 milioni. Una sponda al settore è arrivata dal nuovo restringimento dello spread sotto i 260 pb dopo l’esito positivo dell’asta Bot. Il titolo a sei mesi è stato allocato al tasso negativo di -0,007% con domanda superiore ai 9,9 mld rispetto a un quantitativo allocato di 6 mld.
Tra i migliori Saipem (+0,93%) in scia al giudizio positivo di Berenberg che ha avviato la copertura su Saipem con un rating buy, prezzo obiettivo di 5,5 euro e l’ha indicata come ‘top pick’, insieme a TechnipFMC, in un corposo report dedicato al settore europeo dei servizi petroliferi. Per Berenberg è una delle preferite perché “sta attraversando un lungo periodo di ristrutturazione, che semplificare il business”. Questa settimana, e più precisamente domani, si riunirà il cda di Saipem per esaminare i conti 2018. I risultati verranno comunicati al mercato giovedì 28 febbraio.

Vendite su A2A (-0,69%) che non ha accolto con favore i dati preliminari 2018 nonostante l’Ebitda, pari a 1,23 miliardi di euro (+3%) sia andato oltre le attese degli analisti. Il debito è sceso a 3,02 mld. Tra i peggiori di giornata anche STM (-1,5%) e Telecom Italia (-1,23%).