Chiusura ai minimi di seduta per le Borse Usa

Inviato da Luca Fiore il Gio, 28/07/2011 - 00:41
Lo stallo delle trattative per l'innalzamento del tetto del debito, i dati macro peggiori delle attese e la pubblicazione del Beige Book spingono Wall Street in pesante territorio negativo. Dopo le tensioni dovute al mancato accordo per l'innalzamento del tetto del debito, oggi a spingere al ribasso gli indici statunitensi ci hanno pensato gli ordini di beni durevoli, scesi a giugno del 2,1%, ed il Beige Book, il report preparato dalla Banca centrale statunitense. La Fed ha sottolineato come la debolezza del mercato del lavoro e del settore immobiliare stiano vanificando i leggeri miglioramenti registrati dai consumi ed il buon inizio della stagione turistica. In generale la Banca centrale Usa rileva un rallentamento della crescita, in special modo nei Distretti che si affacciano sull'Atlantico. Il Dow ha così chiuso la seduta in calo dell'1,59% portandosi a 12.302,55 punti, rosso del 2,03% a 1.304,89 per lo S&P e -2,65% per il Nasdaq a 2.764,79.

Dal fronte societario sono sempre le trimestrali a monopolizzare l'attenzione degli operatori. Tra le società che hanno presentato i conti oggi, -2,11% di Aetna, -2,15% per Praxair, -2,4% per General Dynamics e Dow Chemical e -6,61% di WeelPoint. Segno più invece per Amazon.com (+3,89%) che nel secondo trimestre ha battuto le attese sia per quanto riguarda gli utili che dal fronte del fatturato.
COMMENTA LA NOTIZIA